Epatite A

LA MALATTIA L’Epatite A è una malattia virale acuta contagiosa caratterizzata da un quadro clinico relativamente benigno costituito da febbre, malessere, disturbi gastrointestinali, colorito giallo della pelle e delle mucose, urine scure e feci chiare.
Sono frequenti le infezioni asintomatiche; sono possibili, sebbene eccezionali, forme fulminanti.

In Italia il miglioramento delle condizioni igieniche e sociosanitarie ha fortemente ridotto la possibilità di contrarre l’Epatite A in età infantile, quando la malattia decorre per lo più in assenza di sintomi evidenti.
Quindi è prevedibile che un sempre maggior numero di soggetti adulti sarà privo di anticorpi contro il virus dell’Epatite A e pertanto suscettibile di contrarre la malattia.
Il Virus dell’Epatite A è resistente all’acidità dello stomaco e si trasmette per via oro-fecale, per contatto da persona a persona o per ingestione di acqua o di cibi contaminati (molluschi, latte o altri alimenti).
La diffusione è facilitata dalla scarsa igiene personale e dall’affollamento.
Per tale motivo la più importante misura di prevenzione di questa malattia è costituita dalla costante e puntuale osservanza delle norme igieniche, ed in particolare dal lavaggio frequente di mani, soprattutto prima dei pasti e dopo l’uso dei servizi igienici.
LA VACCINAZIONE Il vaccino in commercio in Italia è costituito da virus inattivati.
La vaccinazione viene effettuata per via intramuscolare e il vaccino contro Epatite A si trova sia come vaccino singolo sia come vaccino combinato con il vaccino contro l’Epatite B. 
La vaccinazione può essere praticata a qualsiasi età a partire dal 5° mese di vita e prevede un’unica somministrazione.
Per una protezione a lungo termine (almeno 10 anni) è opportuno praticare una dose di richiamo dopo 6 – 12 mesi dalla precedente.

La vaccinazione viene offerta gratuitamente in alcune condizioni a rischio:
  • soggetti affetti da epatopatie croniche 
  • viaggiatori di età inferiore ai 14 anni diretti in zone ad alta morbosità per Epatite A 
CONTROINDICAZIONI
E PRECAUZIONI 
Il vaccino contro l’Epatite A ha alcune specifiche controindicazioni e precauzioni. 
La principale controindicazione è aver avuto gravi reazioni allergiche contro il vaccino o verso qualcuno dei suoi componenti.
Inoltre in caso di malattia acuta da moderata a grave è ragionevole differire la vaccinazione.

INDIETRO