Procedure in seguito al sospetto di avvelenamento di animali

Presentazione

Per contrastare il fenomeno dell’avvelenamento di animali domestici e selvatici a causa di esche o bocconi avvelenati, accidentalmente o intenzionalmente disseminati nell’ambiente, il 10 febbraio 2012 è stata emanata un’apposita Ordinanza: “Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o bocconi avvelenati". L’Ordinanza resterà in vigore, salvo proroga, fino al 09 marzo 2014.
L’Ordinanza, tra l’altro, stabilisce che:
  • è  vietato a chiunque utilizzare in  modo improprio, preparare ed abbandonare esche e bocconi avvelenati o contenenti sostanze tossiche o nocive, compresi vetro, metallo, plastica
  • solo le ditte specializzate possono eseguire operazioni di derattizzazione e      disinfestazione, con modalità sicure ed innocue per persone ed animali
  • i produttori di “esche“ per topi e lumache devono aggiungere sostanze che risultino  sgradevoli agli animali diversi da  quelli che si vogliono eliminare e quelle per topi prevedere dei  contenitori in cui solo questi possono entrarvi
Cosa serve in caso di DECESSO di animale domestico o selvatico per sospetto avvelenamento

  • in caso di morte di un animale domestico o selvatico il proprietario deve rivolgersi ad un Medico veterinario, che confermata la diagnosi di sospetto  avvelenamento, segnalerà il fatto alle Autorità competenti
  • l Medico  veterinario, che ha emesso la diagnosi di sospetto avvelenamento, deve      segnalare il fatto al Sindaco ed al Servizio Veterinario dell’ASL territorialmente competente
  • le spoglie e ogni altro campione utile all'identificazione del veleno devono essere inviate all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale che effettuerà le analisi in collaborazione col Servizio Veterinario dell’ASL competente per territorio
  • l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale trasmette l’esito delle analisi al Sindaco,al Medico veterinario e all’ASL e in caso di accertato avvelenamento anche all’Autorità Giudiziaria
  • il Sindaco:
  1. dispone un’indagine da effettuare in collaborazione con le altre Autorità competenti
  2. qualora si accerti la presenza di esche o bocconi avvelenati o si accerti che l’eventuale decesso di animali domestici o selvatici sia dovuto ad avvelenamento, provvede: alla bonifica del terreno e del luogo interessato, a far installare apposita cartellonistica di segnalazione di pericolo, ad intensificare i controlli da parte delle Autorità preposte

In caso di SINTOMATOLOGIA CONCLAMATA di sospetto avvelenamento

  • il Medico veterinario, che in seguito a sintomatologia conclamata emette diagnosi di sospetto avvelenamento, deve segnalare il fatto al Sindaco e al Servizio Veterinario dell’ASL territorialmente competente
  • il  Medico veterinario invia all’Istituto Zooprofilattico eventuali campioni,  al fine di identificare il veleno o la sostanza che ha provocato  l’avvelenamento
  • il Sindaco
  1. dispone un’indagine da effettuare in collaborazione con le altre Autorità competenti
  2. qualora si accerti  la presenza di esche o bocconi avvelenati o si accerti che l’eventuale  decesso di animali domestici o selvatici sia dovuto ad avvelenamento,  provvede: alla bonifica del terreno e del luogo interessato, a far  installare apposita cartellonistica di segnalazione di pericolo, ad  intensificare i controlli da parte delle Autorità preposte.

In caso di RINVENIMENTO di esche o bocconi sospetti avvelenati

  • occorre segnalare subito l’episodio a una delle seguenti Autorità: Polizia Locale, Polizia Provinciale, Corpo Forestale dello Stato, Forze dell’Ordine
  • l’esca non va toccata o spostata, basta eventualmente proteggerla mettendovi sopra per esempio un contenitore vuoto o una cassettina rovesciata – il luogo va poi  identificato apponendovi un foglietto con la scritta "sospetta esca  avvelenata".
Modulistica Per i medici veterinari:
Modulo segnalazione sospetto avvelenamento
Scheda accompagnamento boccone o esca
Scheda accompagnamento carcassa/campioni
Dove andare Marostica
Presso la sede dei Servizi Veterinari  via Panica 13, 36063 (presso ex Ospedale)
Anche via fax allo 0424/738344 o via mail a veterinari@aslbassano.it
Giorni e orari di apertura Dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.30
Lunedì e mercoledì dalle 14.00 alle 16.00
Telefono 0424/888240-0424/888326 - fax 0424/888344
Prenotazione Non necessaria
Tempo di esecuzione L’invio del materiale o delle carcasse al laboratorio da parte del Servizio Veterinario  avviene in tempi ristretti ma gli esami tossicologici hanno tempi di esecuzione di circa 30 gg.
Quanto si paga Non è prevista tariffa per l’invio di carcasse e campioni al laboratorio. Non è prevista tariffa per l’espletamento degli esami tossicologici
Referente Dr. Franco Bizzotto
Note /
Riferimenti normativi ORDINANZA 10 febbraio 2012
Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati.
Sanzioni Per chi abbandona esche avvelenate si applicano le pene previste dalle norme sul maltrattamento animale.
Per saperne di più /

INDIETRO

Connect
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito