Morbillo

LA MALATTIA È una malattia infettiva causata da un virus che si trasmette da persona a persona attraverso il contatto con le secrezioni respiratorie e le goccioline di saliva, soprattutto durante l’inverno e la primavera. Il Morbillo inizia con febbre alta seguita da tosse, naso che cola e congiuntivite. Al calare della febbre compare una caratteristica eruzione (rossore) della pelle che a cominciare dal volto si estende a tutto il corpo. Le complicazioni più frequenti sono le infezioni dell’orecchio medio (otite), la polmonite (nel 5-6% dei bambini ammalati di morbillo), la laringite e la diarrea. Altra complicazione temibile è l’Encefalite (un’infezione del Cervello) che si ha in 1 ogni 1000 casi di Morbillo, può provocare la morte e nei bambini che sopravvivono spesso vi è un danno cerebrale permanente o un ritardo mentale. Si sottolinea che da 3 a 10 bambini su 10.000 casi muoiono a causa della malattia. Il decesso è più frequente nei lattanti e tra le persone con sistema immunitario compromesso.
LA VACCINAZIONE La vaccinazione, offerta gratuitamente a tutti i nuovi nati, viene eseguita sottocute in unica somministrazione, in associazione al vaccino contro la Rosolia e la Parotite (Vaccino MPR). E’ raccomandata una seconda dose di vaccino per assicurare un’ adeguata risposta anticorpale. L’intervallo minimo tra una vaccinazione e l’altra è di quattro settimane e l’età in cui è opportuno effettuare la vaccinazione è indicata nel Calendario Vaccinale. Il vaccino contro il morbillo determina nel ricevente un'infezione asintomatica, che non può trasmettersi per contatto.
Il vaccino è costituito da virus vivi attenuati, innocui, ma in grado di stimolare le difese naturali dell’organismo. In Italia non esiste in commercio un vaccino composto unicamente dal solo virus del Morbillo ma solo in associazione con il vaccino contro la Parotite e contro la Rosolia. 

Negli adulti la vaccinazione è raccomandata in alcune particolari categorie a rischio:
  • La vaccinazione contro il Morbillo, in associazione al vaccino contro la Rosolia e la Parotite (MPR), è attivamente proposta e offerta gratuitamente nelle donne in età fertile. 
  • I viaggiatori che si recano in paesi ad elevata endemia 
  • Personale che lavora a diretto contatto con bambini 
  • Operatori sanitari che lavorano nelle strutture sanitarie che hanno un alto rischio di esposizione al morbillo  
CONTROINDICAZIONI
E PRECAUZIONI 
Controindicazioni specifiche vaccino MPR:
  • Anafilassi al vaccino, alla gelatina o alla neomicina
  • Gravidanza
  • Immunodeficienza primitiva e secondaria (esclusa l’infezione da HIV) 
Precauzioni specifiche vaccino MPR:
  • Recente somministrazione di Ig o derivati del sangue
  • Trombocitopenia e storia di trombocitopenia
  • Anafilassi o asma cronica grave in soggetti allergici alle proteine dell’uovo 

INDIETRO

Connect
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito