Centri diurni (Distretto Unico sede Bassano)


DI CHE COSA CI OCCUPIAMO

I Centri Diurni sono strutture di accoglienza diurna per le persone adulte in condizione di disabilità grave e gravissima che, assolto l’obbligo scolastico, non sono in grado di accedere al mondo del lavoro o ad altre forme di integrazione sociale.
Offrono un importante supporto alla famiglia nel quotidiano compito di assistere la persona disabile.
L’accoglienza si articola in diverse strutture dislocate nel territorio dell’Azienda Sanitaria.
Ciascuna struttura si presenta con caratteristiche diverse per rispondere in maniera differenziata alle specifiche situazioni di disabilità.
I Centri hanno lo scopo di mantenere e sviluppare le autonomie personali degli ospiti, favorendo la crescita delle relazioni interpersonali e sociali, attraverso attività occupazionali, animative, culturali e sportive.
I Centri Diurni sono dotati di strutture prive di barriere architettoniche con materiali e attrezzature specifiche per l’assistenza personale. Sono inoltre dotati di spazi esterni attrezzati.
Nell’ambito del territorio dell’Azienda Sanitaria, è presente un servizio di trasporto per consentire agli ospiti la frequenza al Servizio.
L’attività si svolge con orario giornaliero 9.00 – 15.00 dal lunedì al venerdì, pranzo compreso.
L’équipe operativa è composta da: un Coordinatore, Educatori Professionali e Operatori Socio Sanitari in rapporto al numero e alla gravità degli ospiti presenti. Sono inoltre messi a disposizione dall’Azienda Sanitaria lo Psicologo, l’Assistente Sociale, e l’Infermiere Professionale.
Il personale del Centro concorre con la famiglia alla stesura e verifica del Progetto Personalizzato.


TIPOLOGIA DI DISABILITA’

DESCRIZIONE

CENTRI DIURNI CHE ACCOLGONO

fisico-motorio prevalente

Persona con grave/gravissima disabilità psico-fisica con bisogno di assistenza globale e rapporto 1:2 in struttura dotata di particolari attrezzature per l’assistenza

Ancore, S. Matteo e S. Luigi

fisico-motorio prevalente

Persona con grave disabilità psico-fisica con bisogno di assistenza globale e rapporto 1:2

Ancore, Il Raggio Verde, Anffas, S. Matteo e S. Luigi

psichico

Persona con disabilità intellettiva grave/gravissima, con necessità di costante supervisione in rapporto 1:2

Ancore, Anffas, S. Matteo e S. Luigi

psichico

Persona con disabilità intellettiva media/grave, con autonomie di base sufficienti (alimentazione, servizi igienici, orientamento in luoghi conosciuti…) e capacità di svolgere semplici attività occupazionali; rapporto di 1:4 / 1:5

La Persona al Centro, Noi e gli Altri, Il Raggio Verde, Anffas, S. Matteo e S. Luigi

psichico

Persona con disabilità intellettiva, buone autonomie motorie e comportamentali, autosufficiente nella autonomie di base. Può essere inserito in piccoli gruppi di 5 utenti con un operatore

Attività Guidate

psichico con comportamenti problema

Persona con disturbo del comportamento medio/grave che abbisogna di un rapporto di 1:2 / 1:3, della strutturazione dell’ambiente e di un livello di stimolazione misurato

La Persona al Centro, Noi e gli Altri, Anffas, S. Matteo e S. Luigi

psichico con gravi comportamenti problema

Persona con disturbo del comportamento grave con possibilità di agiti etero aggressivi e che abbisogna di un rapporto di 1:1 / 1:2 e di un ambiente strutturato e a basso livello di stimolazione

Progetti Specifici



 

CENTRI DIURNI

OFFERTA

 

ANCORE

IL RAGGIO VERDE

LA PERSONA AL CENTRO

NOI E GLI ALTRI

ATTIVITA’ GUIDATE

ANFFAS

S. MATTEO E S. LUIGI

Motricità dolce

X

X

X

X

X

X

X

Acquaticità

X

X

X

 

 

X

X

Laboratori occupazionali

X

X

X

X

X

X

X

Laboratori artigianali

 

X

 

X

X

X

X

Attività a Computer

 

X

 

X

X

 

X

Attività Orto e Giardinaggio

 

 

 

X

X

X

X

Laboratori di cucina

X

X

X

X

X

X

X

Att. Ass.  Animali

(Pet Therapy)

 

 

 

X

 

 

 

Musicoterapia

X

 

 

X

 

 

 

Diete Speciali

X

X

X

X

X

X

X

Trekking

 

 

X

X

X

X

X

Autonomie Sociali

 

X

X

X

X

X

X

Progetti con scuola/territorio

 

X

X

X

X

X

X

Turismo culturale

X

X

X

X

X

X

X

Animazione

X

X

X

X

X

X

X

Progetti con il Volontariato

 

 

 

X

X

X

X

Azioni rilevanza sanitaria

X

 

 

 

 

 

 



 

SUPPORTO ALL’ACCESSO AI SERVIZI SANITARI

 

 

ANCORE

IL RAGGIO VERDE

LA PERSONA AL CENTRO

NOI E GLI ALTRI

ATTIVITA’ GUIDATE

ANFFAS

S. MATTEO E S. LUIGI

Ambulatori Territoriali

X

X

X

X

X

X

X

Ambulatori Ospedalieri

X

X

X

X

X

 

 

Cure Odontoiatriche

X

X

X

X

X

 

 

Servizio Dietistico

X

X

X

X

X

 

 

Orient/Sostegno familiare

X

X

X

X

X

X

X



MODALITA' DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI

Per presentare la domanda di accoglienza presso un Centro Diurno è necessario rivolgersi all’Assistente Sociale della SSD Disabilità. (vedi indicazioni Servizio Sociale Professionale).
La domanda di accoglienza presentata dalla persona interessata o dal suo tutore deve essere   corredata dalla seguente documentazione:
  1. Certificato di invalidità civile.
  2. Certificato dello stato di gravità (L.104/92).
  3. Consenso al trattamento dei dati personali da parte dell’ospite o del tutore legale.
L’accoglienza della persona con disabilità al Centro avviene secondo apposita graduatoria, stabilita con Unità Valutativa Multidimensionale Distrettuale, tenendo conto delle autonomie, dei bisogni e della situazione familiare.



PROGETTO “LE BOTTEGHE: LABORATORI ARTIGIANALI DI INCLUSIONE SOCIALE”

Il progetto “Le botteghe: laboratori artigianali di inclusione sociale” realizza una modalità di attività diurna per disabili innovativa, flessibile e integrata nella comunità locale. Offre un’opportunità particolare di aggregazione ed un nuovo spazio di osservazione in cui il disabile possa valorizzare al meglio il suo “saper fare”, al fine di acquisire maggiore capacità e visibilità nella partecipazione alla vita della comunità.
Nel contempo, “Le Botteghe” intendono diventare punto e forma concreta d’incontro tra il mondo della disabilità e la città, attraverso l’intervento di volontari che collaborano in particolari attività artigianali.
Sedi del progetto sono due locali, denominati rispettivamente “Filo Filò” e “Bottega del Mastro”, situati nel centro storico di Bassano del Grappa in via Campo Marzio ai numeri 16 e 18.
Il “Filo Filò” è un laboratorio artigianale di tessitura che prevede l’uso di telai per la creazione di arazzi, tendaggi, tappeti, ecc…
La “Bottega del Mastro” è un laboratorio dedicato ad una artigianalità creativa, ad attività quali lavorazione del legno e piccoli restauri, manufatti e “oggettistica ricordo” per eventi e ricorrenze varie. 

Nel laboratorio della “Bottega del Mastro” intervengono, oltre al personale previsto, anche dei “Mastri artigiani” (ceramisti, sarti, falegnami,…) che mettono volontariamente a disposizione le loro competenze professionali.
Il loro contributo, in veste di esperti, viene finalizzato alla realizzazione di manufatti e “oggettistica ricordo” diversi a seconda degli eventi (adunata degli Alpini, La città dei ragazzi, etc.…) o delle ricorrenze (battesimi, matrimoni, festività natalizie,…).
All’interno della “Bottega del Mastro” le attività vengono organizzate in base ad una programmazione annuale, che prevede indicativamente:
  • attività di allestimento vetrina/ piccola falegnameria/restauro
  • attività di realizzazione oggettistica varia
  • attività di ricamo
  • attività di confezionamento
  • attività di lavorazione pannolenci
La bottega “Filo Filò” è invece un laboratorio di tessitura artigianale nel quale, con il supporto degli operatori e l’aiuto di alcuni volontari chiamati “Amici del Filo”, le persone disabili utilizzano alcuni antichi telai a pedali in legno con navetta a vento, per la realizzazione di arazzi, tendaggi, tappeti, selle da tavola, ecc…
All’interno del “Filo Filò” le attività vengono organizzate in base ad una programmazione annuale che comprende tutte le varie fasi necessarie alle realizzazione del manufatto: progettazione, esecuzione, finiture. 
Per entrambi i laboratori artigianali, i manufatti che gli utenti realizzano con l’aiuto di questi “speciali volontari” possono derivare da progetti propri o condivisi con enti, associazioni, gruppi o privati cittadini.


PROGETTO “FATTORIA SOCIALE”

Il progetto “Fattoria Sociale” intende promuovere l’agricoltura sociale quale aspetto innovativo, sia per ampliare e consolidare la gamma di opportunità di occupazione e di reddito, sia per aumentare l’offerta dei servizi finalizzati all’inclusione sociale di soggetti svantaggiati.

Infatti, la fattoria si caratterizza come ambiente in grado  di offrire un’efficace risposta alternativa ai tradizionali sistemi di accoglienza diurna consentendo molteplici risultati quali: l’inclusione sociale di persone con disabilità, percorsi di abilitazione e riabilitazione, la realizzazione di attività educative, assistenziali e formative nonché un valido supporto alle famiglie.


RECAPITI E ORARI

Progetto "Le Botteghe". “Filo Filò” e “Bottega del Mastro”
via Campo Marzio, 16 e 18 - Bassano del grappa
Tel. 0424 883040
Dal martedì al venerdì: ore 15.30 – 17.30

Progetto "Fattoria Sociale". Associazione Conca d’Oro
via Rivoltella Bassa, 4 - Bassano del Grappa
Tel. 0424 512607
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 15.00

RECAPITI E ORARI:

Clicca per visualizzare  ELENCO CENTRI DIURNI AZIENDALI

Clicca per visualizzare  ELENCO CENTRI DIURNI CONVENZIONATI PER DISABILI

Musicoterapia presso un centro diurno


Il laboratorio di legatoria


Il laboratorio di legatoria


Il laboratorio di tessitura "Filo Filò" a Bassano del Grappa

INDIETRO

Connect
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito