Controindicazioni

Per controindicazione s’intende la presenza nel ricevente di una condizione che aumenta il rischio di una grave reazione avversa, per tale motivo un vaccino non può essere somministrato.




Le controindicazioni vere permanenti sono:

Grave reazione allergica (anafilassi) ad una precedente dose di vaccino o ad un suo componente 
Soggetti gravemente immunocompromessi, in linea di massima, non debbono ricevere vaccini vivi attenuati 
Malattie neurologiche gravi, non stabilizzate 
Grave reazioni a precedenti dosi di vaccino  




False controindicazioni:

Malattie acute lievi (anche febbrili < 38°C) 
Recente esposizione a malattia infettiva 
Uso recente di steroidi a basso dosaggio 
Allergia ad antibiotici non contenuti nel vaccino 
Terapia antibiotica in corso 
Convalescenza da una malattia 
Reazione locale o febbre moderata dopo una precedente vaccinazione 
Gravidanza di un familiare convivente 
Storia familiare e personale di convulsioni e malattie neurologiche 
Prematurità 
Storia familiare di SIDS 
Sindrome di Down 
Storia personale o familiare di allergie 
Storia familiare di grave reazione a vaccino 
Malattia neurologica stabilizzata 
Presenza di dermatite infettiva, dermatite atopica o dermatosi 
Malattie croniche cardiache, polmonari, epatiche 
Malattia acuta lieve in atto (ad es.alte vie respiratorie ecc) 
Asma in trattamento con steroidi inalatori 

INDIETRO

Connect
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito
Esprimi il tuo giudizio sui contenuti del sito